Assistenza Territoriale

Il Dipartimento di Assistenza Territoriale governa tutta l’area dei servizi sanitari offerti sul territorio, avvalendosi in primis dei Medici di Medicina Generale (MMG) e dei Pediatri di Libera Scelta (PLS). Inoltre, l’Assistenza Territoriale gestisce i rapporti in convenzione con i Medici Specialisti Ambulatoriali, con i Veterinari e con altre professionalità sanitarie (Biologi, Chimici, Psicologi).

Il Dipartimento di Assistenza Territoriale ricomprende al suo interno numerose Unità Operative elencate nel menù di sinistra

.

I requisiti richiesti, le domande e l’immissione nelle graduatorie, sono regolamentate da questo documento:

Per conoscere invece i turni di specialistica ambulatoriale per il conferimento di incarichi a tempo indeterminato, cliccare sul seguente documento:

AREA DISTRETTUALE GRAN SASSO-LAGA

Le aree distrettuali, attraverso le articolazioni organizzative del Dipartimento dell’Assistenza Territoriale, operano sinergicamente con i Dipartimenti Clinici, di Prevenzione, di Salute Mentale, Materno Infanti le ed Oncologico. Per ragioni funzionali, comunque, possono e devono interagire con qualsiasi dipartimento aziendale.

L’Area Distrettuale Gran Sasso – Laga ricomprende:

Nell ‘ambito del Dipartimento l’Organizzazione Distrettuale costituisce rete integrata: di presa in carico e di continuità dell’assistenza, di monitoraggio del bisogno e di governo della domanda di servizi sanitari.

I Distretti sono il luogo dove si attua la politica di tutela della salute sul territorio e rappresentano l’articolazione dell’Azienda Sanitaria Locale in cui si realizza il livello di integrazione complessa delle attività sanitarie e sociali in favore della popolazione;il Distretto è il nodo centrale per il governo della salute e per il controllo dell’efficacia delle prestazioni.

Trasversali alla struttura del Distretto, inoltre, si delineano diverse aree:

  • Assistenza primaria ed intermedia: cui afferiscono le attività della Medicina Generale e Continuità Assistenziale, la Pediatria di Libera Scelta, la Specialistica Ambulatoriale, l’Assistenza Termale e la Guardia Turistica.
  • Assistenza ai pazienti affetti da dipendenze e patologie da abuso.
  • Assistenza consultoriale: cui afferiscono le attività consultoriali per l’assistenza alla gravidanza e puerperio, la prevenzione della l.V.G., il controllo della fertilità, la prevenzione dei tumori femminili, le attività dello spazio adolescenziale e della famiglia con particolare riguardo alla prevenzione del disagio, le attività pediatriche con il settore delle vaccinazioni obbligatorie e le attività riabilitative dell ‘età evolutiva svolte da équipes composte da neuropsichiatri infantili, logopedisti, fisioterapisti, psicologi e assistenti sociali.

Le UCCP (Unità Complesse di Cure Primarie) sono organizzazioni territoriali idonee a rispondere in modo adeguato alle necessità della popolazione residente nel Distretto, secondo quanto stabilito dalla vigente legislazione. Di solito sono allocate presso le sedi dei Distretti e funzionano h24, fornendo servizi sanitari di base e specialistici, avvalendosi di personale medico e infermieristico.

Compito dei Distretti è quello di assicurare i servizi di assistenza primaria relativi alle attività sanitarie e socio-sanitarie.

Elenco dei Comuni ricompresi nei distretti socio sanitari

I SER.D Servizi per le Dipendenze Patologiche) si occupano dei problemi correlati all’uso dis ostanze (legali o illegali) che danno dipendenza: droghe, alcol, farmaci, tabacco e di quelle comportamentali quali il gioco d’azzardop atologico.
Hanno come compito istituzionale la consulenza, la cura e l ‘assistenza alle persone che hanno, o potrebbero avere, problemi di dipendenza. Informano e sensibilizzano sui rischi e le conseguenze derivanti dall’uso di sostanze; intervengono per contrastare i fattori di rischio che aumentano la probabilità che nella popolazione si sviluppino problemi di dipendenza patologica.Promuovono i fattori protettivi che migliorano la salute collettiva. Collaborano con le scuole e promuovono azioni negli ambienti di lavoro e nei luoghi di aggregazione; gestiscono attività di consulenza rivolta a giovani e adolescenti. Effettuano la presa in carico della persona, proponendo programmi terapeutici e/o di sostegno.

I Consultori offrono un servizio socio-sanitario rivolto a uomini, donne, ragazzi, singoli o coppie, per aiutare a prevenire e a risolvere i problemi personali e interpersonali dei rapporti familiari o di coppia, con l’aiuto di assistenti sociali, psicologi, ostetriche, ginecologi, pediatri, infermieri. Le consulenze sono gratuite e l’accesso avviene senza prescrizione medica. Possono rivolgersi al Consultorio cittadini italiani, stranieri e soggiornanti temporanei.

Le principali attività svolte dai Consultori sono:

  • consulenza e sostegno psicologico e sociale, educazione alla salute e prevenzione sociale del disagio rivolto al singolo, coppia o famiglia;
  • assistenza socio-sanitaria pre-concezionale, durante la gravidanza e post gravidanza. Controlli in gravidanza, corsi di preparazione al parto, assistenza ostetrica post-parto anche domiciliare;
  • consulenza giovani, educazione sessuale e sessuologica;
  • consulenza contraccettiva, sulle malattie sessualmente trasmissibili e sull’interruzione volontaria di gravidanza, contraccezione di emergenza;
  • tutela della salute donna prima e durante la menopausa;
  • prevenzione dei tumori del collo dell’utero e della mammella;
  • mediazione familiare per i separati.

VAI ALLA PAGINA DEI CONSULTORI