Anticorruzione e trasparenza

La missione istituzionale dell’ANAC può essere individuata nella prevenzione della corruzione nell’ambito delle amministrazioni pubbliche, nelle società partecipate e controllate anche mediante l’attuazione della trasparenza in tutti gli aspetti gestionali, nonché mediante l’attività di vigilanza nell’ambito dei contratti pubblici, degli incarichi e comunque in ogni settore della pubblica amministrazione che potenzialmente possa sviluppare fenomeni corruttivi.

La chiave dell’attività dell’ANAC, nella visione attualmente espressa è quella di vigilare per prevenire la corruzione creando una rete di collaborazione nell’ambito delle amministrazioni pubbliche e al contempo aumentare l’efficienza nell’utilizzo delle risorse, riducendo i controlli formali, che comportano tra l’altro appesantimenti procedurali e di fatto aumentano i costi della pubblica amministrazione senza creare valore per i cittadini e per le imprese.

Autorità Nazionale Anticorruzione

Le principali fonti normative nazionali cui fare riferimento sul tema della Trasparenza e dell’Anticorruzione sono la Legge n.190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”  e il Piano Nazionale Anticorruzione del 2016, un atto generale di indirizzo che contiene indicazioni che impegnano le amministrazioni all’analisi delle attività esposte a rischi di corruzione e all’adozione di concrete misure di prevenzione della corruzione.

Legge n.190 del 2012;

D.Lgs. n.33 del 2013 e s.m.i.

Piani Nazionali Anticorruzione

La ASL di Teramo,come stabilito dal PNA e dalla legge 190/2012 che individua nel Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione il principale strumento di prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione, ha redatto i PTPC e individuato le figure responsabili, i referenti e i componenti della struttura organizzativa di supporto.

Nomina responsabile Anticorruzione e Trasparenza;

Nomina dei referenti per la Prevenzione della Corruzione;

Nomina componenti struttura organizzativa di supporto;

Il Presidente della Repubblica ha emanato nel 2013 il Codice Nazionale di Comportamento che stabilisce i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta che i pubblici dipendenti sono tenuti ad osservare.
Il Codice, che può essere scaricato al link qui sotto, è integrato e specificato dal Codice Aziendale di Comportamento.

Codice Nazionale di Comportamento (D.P.R. n.62 del 16/04/2013)

Il Codice Aziendale di Comportamento integra e specifica le previsioni del Codice Generale di comportamento dei dipendenti pubblici e definisce i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta che i dipendenti dell’Azienda USL di Teramo sono tenuti ad osservare al fine di garantire il perseguimento della mission aziendale.

Codice Aziendale di Comportamento

Il Patto di Integrità degli appalti di gara regola i comportamenti degli operatori economici e dei dipendenti della ASL di Teramo nell’ambito delle procedure di affidamento e gestione degli appalti di lavori, servizi e forniture.
Esso stabilisce la reciproca e formale obbligazione tra l’Amministrazione aggiudicatrice e gli operatori economici di improntare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza, nonché l’espresso impegno anticorruzione di non offrire, accettare o richiedere somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio o beneficio.

Delibera patti di integrità;

Patto di integrità ASL Teramo.

Il whistleblower è il dipendente pubblico,  collaboratore, consulente, specializzando, tirocinante che segnala illeciti cui abbia assistito o di cui sia venuto a conoscenza in ragione dello svolgimento della propria attività lavorativa. Egli svolge un ruolo di interesse pubblico segnalando condotte illecite ai competenti uffici aziendali. La segnalazione gode della tutela dell’anonimato rispetto all’identità del whistleblower e lo svolgimento di un’attività di vigilanza, al fine di contribuire all’accertamento delle circostanze di fatto e all’individuazione degli autori della condotta illecita.

La ASL di Teramo si è dotata di una procedura aziendale dedicata:
• Procedura aziendale per la segnalazione degli illeciti – tutela del Whistleblower;
Modulo A;
Modulo B;
Procedura WEB per la Segnalazione delle Condotte Illecite (riservato ai dipendenti ed accessibile solo dalla rete Aziendale);
Avviso ANAC.

La ASL di Teramo ha individuato al suo interno il soggetto deputato a valutare e trasmettere le segnalazioni ai sensi dell’art. 41 del decreto antiriciclaggio, quando sa, sospetta o ha motivi ragionevoli per sospettare che siano in corso o che siano state compiute o tentate operazioni di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo.

Nomina soggetto gestore delegato a valutare e trasmettere le segnalazioni alla UIF (art.6 , comma 4, decreto Ministero dell’Interno 25/09/2015).